Stampa

Anno della Fede

L'11 ottobre, in Piazza San Pietro, il Santo Padre Benedetto XVI ha aperto l’Anno della Fede, il cui principio coincide con il cinquantesimo anniversario dell’inizio del Concilio Vaticano II e con il ventesimo dalla pubblicazione del Catechismo della Chiesa Cattolica.
Nell’omelia, tenuta durante la celebrazione d’inaugurazione, il Pontefice ha proposto un’amara analisi dei tempi: “In questi decenni è avanzata una desertificazione spirituale. Che cosa significasse una vita, un mondo senza Dio, ai tempi del Concilio lo si poteva già sapere da alcune pagine tragiche della storia, ma ora purtroppo lo vediamo ogni giorno intorno a noi. È il vuoto che si è diffuso”.
Ma il Papa ha anche esortato i credenti a non lasciarsi abbattere dal pessimismo: “Nel deserto c’è bisogno soprattutto di persone di fede che, con la loro stessa vita, indicano la via verso la Terra promessa e così tengono desta la speranza”.

Pubblichiamo il link alla Lettera apostolica in forma di Motu Proprio “Porta Fidei”, con la quale il Pontefice indisse l’Anno della Fede l’11 ottobre dello scorso anno.
Inoltre, pubblichiamo il link al testo integrale dell’omelia di stamattina.