Stampa

Buongiorno a Maria

buongiorno a Maria“Buongiorno a Maria” Il “Buongiorno a Maria” è una preghiera che viene recitata ogni giorno feriale, alle 6.30, nei mesi di maggio e ottobre. Migliaia di persone partecipano a questo rito impazienti di incontrare la Madonna e stringerla in un abbraccio ideale. È un momento incredibilmente commovente, in cui ogni fedele, nell’incontrare lo sguardo di Maria, sente che il tempo dello sconforto e del dolore è lontano. Alle prime luci dell’alba, i fedeli fanno ingresso in Santuario, pregando con il canto, mentre la sacra Immagine della Beata Vergine del Santo Rosario viene esposta alla devozione dei presenti. Le orazioni si alternano alla meditazione personale e comunitaria, ma la commozione, interiore e silenziosa, dà il senso della profondità del rapporto tra una Madre e
i suoi figli. A Lei, piena di grazia e d’amore, i pellegrini affidano il nuovo giorno che inizia. Il 1° maggio, a guidare la riflessione che ha accompagnato la preghiera è stato mons. Tommaso Caputo, Arcivescovo di Pompei, che ha invitato tutti i fedeli a partecipare a riti come questo perché «certamente la Vergine Maria gioirà di queste iniziative che accrescono la fede e la devozione dei suoi figli». Il Santuario era gremito di fedeli desiderosi di iniziare il mese di maggio con Maria. Oltre 1.000 pellegrini sono giunti a piedi dalla vicina città di Sant'Antonio Abate e, assieme ad almeno altre 1.500 persone, hanno partecipato al "Buongiorno a Maria" ed alla santa Messa delle ore 7.00, celebrata dall'Arcivescovo Caputo.