Stampa

Venti Sabati

Copertina 20 sabati verdeCon il mese di dicembre è ricominciata, in Santuario, la celebrazione dei “Venti Sabati del Santo Rosario”, la pia pratica che accompagna i fedeli, sabato dopo sabato, al giorno in cui si recita la Supplica. Questa devozione, infatti, così come proposta dal Santuario di Pompei, consiste nell’impegno di rivivere, per venti sabati consecutivi, i misteri del Santo Rosario, in preparazione alle due grandi giornate dell’8 maggio e della prima domenica di ottobre, quando, a mezzogiorno, simultaneamente in tutto il mondo, si recita la Supplica, la preghiera composta dal Beato Bartolo Longo nel 1883. Ed è proprio alla scuola del Beato, fondatore del Santuario, centro che ha contribuito, più di altri, alla diffusione di questa pratica, che si svolgono i Venti Sabati.
Le meditazioni del Beato costituiscono, infatti, l’ossatura di questa pratica. Cominciate il 20 dicembre scorso, le celebrazioni saranno animate, di volta in volta, da parroci e fedeli di comunità parrocchiali di tutta la Campania.
A celebrare ed animare i primi sabati, in cui sono stati recitati i Misteri della Gioia, sono state alcune  comunità parrocchiali di Pompei e di Nocera Inferiore (SA).
Nei prossimi sabati, dedicati ai Misteri della Luce, si avvicenderanno le altre comunità parrocchiali di Pompe, quelle di Castellammare di Stabia (NA), Flumeri (AV), Salerno e Casagiove (CE).
Per i mesi successivi, sono giunte prenotazioni da parrocchie di Penta (SA), Solofra (AV), Caserta e Napoli.
La pia pratica dei Venti Sabati preseguirà, in preparazione alla Supplica dell'8 maggio 2015, fino a sabato 2 maggio.
 
Di seguito pubblichiamo le locandine con il programma di tutti i Sabati.

 

 
Misteri Gioia>>     Misteri Luce >>    Misteri Dolore>>    Misteri Gloria>>