Stampa

Anniversario dell'arrivo del Quadro

Il 13 novembre 1875 fece il suo ingresso a Valle di Pompei la tela raffigurante la Vergine del Rosario, data a Bartolo Longo da Suor Maria Concetta De Litala, che l’aveva avuta in custodia da Padre Alberto Radente. Questo giorno, che Bartolo Longo racconta nella “Storia del Santuario”, è considerato come la data di inizio della storia sacra della Nuova Pompei e, a partire dagli anni ’70, viene ricordato con la venerazione personale dei fedeli. Fin dalle prime luci dell’alba, decine di migliaia di devoti raggiungono Pompei per baciare il Quadro della Madonna che, per l’intera giornata, viene collocato sul presbiterio. La lunga giornata viene inaugurata, alle 6.00, con una solenne Celebrazione Eucaristica. Al termine della Santa Messa, il quadro viene sistemato davanti al presbiterio e i fedeli possono accedervi attraverso il percorso penitenziale, allestito sul sagrato e nei giardini adiacenti la Basilica, con ingresso laterale. Nel Piazzale Beato Giovanni XXIII e nelle cappelle interne al santuario, vengono celebrate Sante Messe per l’intero arco della giornata. Alle ore 12.00 c’è la recita della Supplica. I Direttori dei pellegrinaggi manifestino per tempo il desiderio di venire a Pompei. La prenotazione è opportuna per conoscere le disposizioni per partecipare alla processione penitenziale e alle preghiere che accompagnano il segno di omaggio a Maria. I Direttori con i malati potranno ritirare i pass per il “percorso diversamente abili” all’associazione “San Giuseppe Moscati”, già prenotati per tempo. Le scuole potranno utilizzare lo stesso percorso dei diversamente abili.