• nomina caputoIl Cardinale Edwin Frederick O’Brien, Gran Maestro dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, ha designato l'Arcivescovo di Pompei, Monsignor Tommaso Caputo, al ruolo di Assessore dell’Ordine. La nomina, entrata in vigore a partire dal mese di settembre, è stata approvata da Papa Francesco. Pubblichiamo il link all'intervista resa dal Prelato a Francois Vayne e pubblicata sul sito dell'Ordine. "Il mio legame con l’Ordine - ha detto tra l'altro Monsignor Caputo - risale a circa due decenni fa ed è diventato ancora più forte nel 2012, quando mi è stata affidata la Prelatura di Pompei, una città particolarmente cara al cuore e alla spiritualità di tutti i Cavalieri e le Dame del Santo Sepolcro. Pompei è sorta a nuova vita dalla
    Leggi tutto...
  • buongiorno maria web 19Si avvicina il mese di ottobre dedicato al Santo Rosario e, sin da martedì 1 fino a giovedì 31 ottobre (tutti i giorni escluse le domeniche), i fedeli si ritroveranno in Santuario per cominciare la loro giornata con la tradizionale preghiera del “Buongiorno a Maria”. Quest’anno la riflessione sarà dedicata al tema “Il Rosario scuola di preghiera e di missione”. Si è voluto così unirsi all’iniziativa pastorale che Papa Francesco, accogliendo l’invito della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli, desidera estendere a tutta la Chiesa: celebrare un mese missionario straordinario proprio nel mese di ottobre 2019. Un evento straordinario da celebrare a cento anni dalla pubblicazione della Lettera apostolica “Maximum Illud” di Papa Benedetto XV
    Leggi tutto...
  • vetrataSi è tenuto, in Terra Santa, nel mese di giugno, il pellegrinaggio della Luogotenenza per l’Italia Meridionale Tirrenica dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. “In cammino come i nostri Padri nella terra di Gesù di Nazaret”, è stato il tema scelto per il viaggio. Guidati dal Gran Priore della Luogotenenza per l’Italia Meridionale Tirrenica dell’OESSG, Mons. Beniamino Depalma, Arcivescovo emerito di Nola, dal Priore della sezione Napoli - Beata Vergine del Rosario dell’OESSG, Mons. Tommaso Caputo, Arcivescovo di Pompei, e dal Luogotenente per l’Italia Meridionale Tirrenica dell’OESSG, il Cavaliere di Gran Croce Giovanni Battista Rossi, le dame e i cavalieri hanno donato alla Basilica dell’Annunciazione di Nazareth una vetrata raffigurante la Madonna di Pompei, Bartolo Longo e il Santuario, inaugurata il 4 giugno.
 

Supplica alla Vergine

 

I Papi e Pompei

 
 

1979

 

2003

 

2008

 

2015

 
S.E. Mons.

Tommaso Caputo

Donazione PayPal

Importo:
Donazione per le Opere sociali del Santuario, che è possibile conoscere nel dettaglio, consultando la sezione in basso.

Orari e Celebrazioni

Il Rosario e la Nuova Pompei

OFFERTE AL SANTUARIO

 
borse_studio

Borse di Studio

Leggi Altro >>
home_restauro

Restauro

Apri >>
Stampa

Home Page

Pompei è opera di Dio

tempio dello Spirito, luogo di conversione e di riconciliazione, di misericordia e di preghiera, di spiritualità e di santità. È città di Maria, venerata come Vergine del Rosario, alla cui scuola milioni di pellegrini imparano ad ascoltare le parole del suo figlio Gesù e a farne una ragione di vita.

Pompei è dono dell’amore di Bartolo Longo

un innamorato della vita, un avvocato santo, che, animato da una straordinaria pietà mariana, ha impegnato tutta la vita a servizio del Vangelo, costruendo una nuova città dell’amore.

Pompei è Rosario

progetto di vita, via che conduce alla contemplazione dei misteri della salvezza, rifugio sicuro nelle prove della vita, catena che lega i cuori a Dio e ci fa fratelli. È Supplica, preghiera filiale, fiduciosa e devota alla Madre del Signore. È missione mariana, mandato apostolico, servizio della Parola, impegno di annuncio della buona notizia del Vangelo con Maria e per Maria, la Vergine dell’ascolto e del fiato.

Pompei è laboratorio di solidarietà e di promozione umana

migliaia di ragazzi e ragazze, di uomini e donne, vittime del disagio sociale, sono stati accolti e restituiti alla propria dignità umana, sperimentando il calore di una casa e di una famiglia.

Pompei è crocevia di uomini e di popoli

di culture e di nazionalità, luogo di incontro di una umanità assetata di Dio e desiderosa di legalità e di giustizia, di speranza e di pace. È portale d’eternità, proiezione dell’umanità nel tempo di Dio, profezia sul futuro dell’uomo e della storia. È “città posta sul monte” per indicare a tutti gli uomini di buona volontà il cammino da compiere per raggiungere, guidati dalla Vergine Maria, la città di Dio, la santa Gerusalemme.