Stampa

Casa Albergo per Anziane

1 Arricchita da un bel giardino con piante ornamentali, la Casa Albergo per Anziane "Marianna De Fusco" del Santuario è un luogo confortevole e accogliente, organizzato secondo i più moderni standard di ospitalità, che permettono di mantenere il giusto e fondamentale equilibrio tra la vita comunitaria e la privacy di ogni singola ospite. Le signore che vi soggiornano, trascorrono una vita tranquilla e piena al tempo stesso, scandita dalla presenza delle suore che le rassicurano nei momenti di difficoltà e le accompagnano nei momenti di gioia. La quotidianità è scandita da appuntamenti fissi, momenti di festa e di gioco, visite di parenti o di volontari, come la Misericordia di Pompei, gli studenti della Scuola “Santa Caterina da Siena” di Pompei e l’associazione culturale
“Ex-allievi di Don Bosco” di Torre Annunziata. Sorta a Pompei nel 1965, la Casa Albergo per Anziane intitolata alla Contessa Marianna De Fusco, cofondatrice del Santuario, che accoglie donne ultrasessantacinquenni, è stata completamente rinnovata nel 2009, e si trova in via Roma, non lontano dal santuario mariano. Qui, viene coltivata e incentivata la vita di relazione, interna ed esterna alla struttura, garantendo prestazioni di tipo alberghiero, culturali, spirituali e ricreative. È garantita l’assistenza infermieristica e spirituale. La responsabilità della casa è affidata alla coordinatrice, dott.ssa Antonietta Bianco, e alla superiora, suor Vanna Maggiolini. Le signore sono accolte in regime residenziale. I menu seguono una tabella dietetica, appositamente elaborata ed approvata dalla ASL. Nella casa c’è una Cappella, dove ogni giorno viene celebrata la santa Messa e recitato il santo Rosario, mentre il venerdì si svolge l’Adorazione Eucaristica; c’è anche la possibilità di colloqui e confessioni. La casa si sviluppa su tre piani, serviti da due ascensori, ha trentasei camere singole dotate di tutti i comfort, una sala comune, un refettorio, l’infermeria e soggiorni in ogni piano, dove ci si riunisce per vedere la TV o fare dei lavoretti.