Stampa

130 anni di RNP

130 anniversario smallSta arrivando nelle case dei nostri lettori il numero speciale de “Il Rosario e la Nuova Pompei”, la rivista del santuario mariano, realizzato per celebrare il 130esimo anniversario del periodico fondato dal beato Bartolo Longo, il 7 marzo 1884. Il mensile, diretto da Angelo Scelzo, vicedirettore della Sala Stampa della Santa Sede, viene stampata in oltre 200.000 copie inviate in tutto il mondo. Tra l’altro, da trent’anni, ne esiste anche un’edizione inglese, con una tiratura di 20.000 esemplari. Pensato per la diffusione della devozione mariana e per la propagazione del Santo Rosario, il periodico è spedito gratuitamente per posta a chiunque ne faccia richiesta ed è disponibile anche online, nella home page di questo sito, alla sezione "Il Rosario e la Nuova Pompei". L’Arcivescovo di Pompei, Tommaso Caputo, ha
definito la rivista«figlia del genio profetico di Bartolo Longo che, comprendendo anzitempo l’importanza della comunicazione, la fondò per diffondere la devozione al santo Rosario in tutto il mondo, far conoscere le opere di carità, da lui stesso fondate, e testimoniare le innumerevoli grazie che la Madonna elargisce a chi la prega con cuore puro e fede profonda. Lo diresse personalmente impegnando tutta la sua intelligenza e molte delle sue forze fisiche e psichiche. Dovette superare grandi difficoltà e fu oggetto di critiche e maldicenze. Ma tutto superò, grazie all’aiuto della Vergine e con l’amore al prossimo che lo contraddistingueva». Per l’anniversario, sono arrivati alla redazione numerosi e prestigiosi auguri, pubblicati integralmente nelle pagine del numero speciale. Molte le personalità ecclesiastiche e della società civile che hanno voluto far sentire il loro affetto allo storico periodico come i cardinali Pietro Parolin, Segretario di Stato, che si è fatto portavoce anche degli auguri di Papa Francesco, Angelo Sodano e Stanislaw Dziwisz. Hanno voluto esprimere il legame speciale che unisce le loro Chiese particolari e la rivista del Santuario di Pompei alcuni vescovi campani, la regione che più di ogni altra dimostra la profondità della devozione alla Vergine del Rosario. Il card. Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, ha espresso riconoscenza al mensile e al Santuario per aver mantenuto sempre, dalla sua fondazione ad oggi, il carattere di “vero faro di spiritualità mariana per ogni uomo e ogni donna di buona volontà, soprattutto nel Mezzogiorno d’Italia”. Sullo stesso numero, intervengono anche il card. Renato Raffaele Martino, Presidente emerito del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace; mons. Luigi Moretti, arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno; mons. Francesco Alfano, arcivescovo di Sorrento-Castellammare di Stabia; mons. Gennaro Pascarella, vescovo di Pozzuoli; mons. Michele De Rosa, vescovo di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’ Goti. Parlano del loro rapporto con la Madonna di Pompei e la città mariana anche Luciano De Crescenzo, il direttore del TG1 Mario Orfeo, il vaticanista Fabio Zavattaro, il direttore di Avvenire Marco Tarquinio e il direttore di Rai Vaticano, Massimo Milone.