Stampa

San Ludovico da Casoria

ludovico da casoria“Carità e integrazione: attualità del messaggio ludoviciano”. È questo il titolo del convegno di studi promosso e organizzato dalla città di Casoria (Na), in collaborazione con la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – Sezione San Tommaso d’Aquino, e in programma venerdì 20 febbraio 2015, alle ore 17.30, presso la Biblioteca Comunale “Mons. Mauro Piscopo”. La giornata di studi sul santo casoriano (1814 – 1885), canonizzato il 23 novembre 2014 da Papa Francesco, vuole illustrarne il profilo e porre l’accento sull’attualità del suo messaggio, raccontando anche il suo rapporto con il Beato Bartolo Longo, altro testimone della carità di Cristo nell'Ottocento napoletano. San Ludovico, ebbe, infatti, fondamentale importanza nella vita del
Longo, fondatore di Pompei e del Santuario mariano, che, come lui, seppe concretizzare l’amore di Dio in amore verso i poveri, gli emarginati, gli ultimi. I lavori saranno introdotti dal Prof. Gaetano Di Palma, Decano della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. Mons. Tommaso Caputo, Arcivescovo di Pompei, illustrerà proprio il rapporto tra il Beato Bartolo Longo e San Ludovico, suo fondamentale consigliere ed ispiratore. A tracciare un quadro delle attività culturali avviate da San Ludovico nell’Italia e nella Napoli di metà ‘800, sarà il Prof. Carmine Matarazzo, direttore dell’Istituto di Scienze Pastorali della Pontificia Facoltà Teologica. Il dott. Giosuè De Rosa modererà l’incontro, al quale saranno presenti anche il Sindaco di Casoria, Vincenzo Carfora, l’Assessore alla Cultura, Luisa Marro, il Ministro Provinciale dell’Ordine dei Frati Minori di Napoli, fra Agostino Esposito, e Suor Clara Capasso, Madre Generale delle Elisabettine Bigie, fondate proprio da San Ludovico.